Osservare il panorama dall’alto, sentirsi avvolti dalle nuvole e ammirare le città da un’altra prospettiva. Mentre si vola tutto sembra più bello perché i nostri occhi scrutano cose che quotidianamente non sono abituati a vedere. Per goder meglio di ciò che la natura ci offre, il posto finestrino è da sempre la postazione più ambita quando si viaggia in aereo e riuscire a conquistarsela non è sempre facile.
Tra qualche anno questo problema non sussisterà più, perché sarà possibile osservare fuori semplicemente alzando lo sguardo. In questo nuovo aereo il cielo sarà ovunque e questo grazie ad un’innovazione industriale inglese, presentata dal Cpi – Centre for Process Innovation. Privo di finestrini ma caratterizzato da una fusoliera ricoperta da un unico enorme schermo che proietta il mondo fuori, ripreso da telecamere.
Via i vecchi oblò per dare spazio a tecnologie di ultima generazione. Schermi sottilissimi costituiti da materiali ultra leggeri, super flessibili, pieghevoli e addirittura arrotolabili che, grazie a impianti OLED, producono luce propria senza richiedere componenti aggiuntivi per illuminarsi così da essere molto più efficienti degli LCD dal punto di vista energetico. Grazie a questi schermi i passeggeri saranno liberi di scegliere se godersi il panorama esterno o navigare su internet. L’idea di eliminare i finestrini non è da associare unicamente ad una questione estetica, perché il minor peso del velivolo consente una riduzione dei consumi di carburante e quindi minori emissioni di CO2 nell’atmosfera. Oltre l’80% del peso a pieno carico di un aereo scaturisce infatti dal velivolo stesso e dal suo combustibile. Per ogni riduzione dell’1% in peso, il risparmio di carburante sarebbe di circa lo 0,75%. Quindi riducendo il peso si risparmia carburante.

0