Gli appuntamenti sono disponibili sui social e sul sito della Fondazione all’indirizzo web www.fondazionebufalino.it

Si sono concluse le iniziative promosse durante l’anno dalla Fondazione Bufalino per celebrare i 100 anni della nascita dello scrittore comisano. Lo scorso fine settimana i tre appuntamenti in streaming su facebook e sul sito della Fondazione hanno superato i 10 mila contatti.

Un successo che conferma l’interesse per le opere letterarie di Bufalino che iniziò la carriera da scrittore a 61 anni con “Diceria dell’untore” grazie all’incoraggiamento di Leonardo Sciascia ed Elvira Sellerio; l’opera gli valse nello stesso anno il prestigioso Premio Campiello. Con il romanzo “Le menzogne della notte” vinse nel 1988 il Premio Strega.

Sabato 14 novembre si è svolta una giornata di studi con l’intervento di numerosi docenti universitari collegati in diretta streaming. Nel secondo appuntamento è stato presentato in streaming il volume “Bufalino al Cinema – dai film di gioventù alla cinefilia dello scrittore” a cura di Pippo Traina, edito dalla Fondazione Bufalino e da Salarchi Immagini e dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa.

La passione di Bufalino per le “fatue schegge di luce” è raccontata anche attraverso la riproduzione, in una sezione del libro, di un quaderno manoscritto che contiene l’elenco dei film visti dallo scrittore dal 1934 al 1956 con annessi voti e luoghi di visione.

A concludere la due giorni di celebrazioni, domenica 15 novembre, il concerto di musica classica dal titolo “Luce infinita”, sostenuto anche dal Lions Club Comiso Terra Iblea, col trio formato da Totò Calvo alla chitarra, Carmelo Dell’Acqua al clarinetto e la voce del soprano Sachika Ito, con musiche composte da Marco Reghezza, Giovanni Scapecchi e Joe Schittino.

“La Fondazione Bufalino ha svolto un ruolo fondamentale per lo studio e la diffusione dell’opera dello scrittore comisano – spiega il presidente Giuseppe Digiacomo – attraverso un’attività scientifica di alto livello con pubblicazioni, convegni, mostre, spettacoli teatrali, concerti musicali selezionati dal comitato scientifico che ha al suo interno presenze di grande rilievo”.

“A gennaio l’evento “Bufalino il professore” realizzato all’istituto Mazzini di Vittoria dove lo scrittore ha insegnato per circa 25 anni. A febbraio lo spettacolo teatrale “L’estate felice” con la regia di Giampaolo Romania. Il 13 giugno abbiamo presentato il volume “Bufalino e la tradizione dell’elzeviro”, poi il 27 giugno la presentazione della riedizione de “L’amaro miele” con una mostra di disegni di Alessandro Finocchiaro. A settembre il concerto jazz con Francesco Cafiso, Mauro Schiavone insieme al pittore Giovanni Robustelli, poi ad ottobre, per l’anteprima di A Tutto Volume, Nadia Terranova ha presentato la riedizione Bompiani de “La favola del castello senza tempo”.

0