Ecco la Top Ten! Su 28 candidati al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2022, sbaragliano la concorrenza le città di Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Procida, Taranto, Trapani, Verbania e Volterra.

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, guidato dal Ministro Dario Franceschini ha comunicato che la Giuria presieduta da Stefano Baia Curioni, dopo aver esaminato le candidature pervenute, ha selezionato i progetti finalisti.

Le dieci città finaliste dovranno presentare i propri dossier alla Giuria in un’audizione pubblica, della durata di massimo un’ora, composta, per metà, dalla presentazione del progetto e, per l’altra metà, da una sessione di domande. Gli incontri si terranno presso il Collegio Romano, sede centrale del MiBACT il 14 e 15 gennaio 2021. La Giuria poi, raccomanderà al Ministro Franceschini il progetto di candidatura più idoneo entro il 18 gennaio, al fine dell’attribuzione del titolo da parte del Consiglio dei Ministri.

A breve quindi, dovremmo conoscere il nome della Capitale Italiana della Cultura 2022, che succederà a Parma, detentrice del titolo anche nel 2021. La città emiliana ricordiamo, era stata designata come capitale per il 2020 ma, a causa della pandemia di Covid-19, è stata eletta capitale anche per il 2021.

La capitale 2022 precederà Bergamo e Brescia che sono già state nominate capitali della cultura per il 2023, come omaggio per essere state il territorio più colpito durante la prima ondata della pandemia di Covid-19. Tra le 10 in lista per il 2022, compare anche la siciliana Trapani che potrà riportare il titolo all’Isola dopo 4 anni, quando nel 2018 fu eletta Palermo.

0