È partita da Palermo la giornata nazionale di lancio della Staffetta di scrittura della cittadinanza e della legalità. L’evento, promosso dalla presidenza dell’Ars in partnership con Bimed, la Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, coinvolgerà 1200 scuole italiane, 100 siciliane.  
Si tratta di un format attorno al quale si confronta la comunità di pratica educante più vasta d’Europa. Cinquantamila ragazze e ragazzi di scuole italiane ed europee insieme scriveranno un nuovo racconto, ognuno trasferendo agli altri i propri valori, la propria educazione e la propria tradizione.

Per Andrea Iovino, presidente Bimed, “La manifestazione ha l’obiettivo di creare attraverso la scrittura una coesione sociale mettendo ragazzi e ragazze a scrivere insieme sulla scorta di un modello che è molto semplice, quello che ci ha permesso di avere la costituzione italiana che è stata scritta in gruppo. Auspicando che attraverso la scrittura, si determini conforto e dialogo, scienza e coscienza”.
La prima tappa del percorso avviato da Bimed si è tenuta al teatro Politeama con la lezione performance dal titolo “Benvenuti sulla luna”. Oltre mille scuole collegate in streaming hanno seguito il racconto di come scienza e coscienza possano migliorare la condizione umana.

La Staffetta di Scrittura per la Cittadinanza e la Legalità è un format che nel corso degli anni è stato seguito da tanti scrittori e illustratori che hanno donato il loro incipit e le loro illustrazioni. In considerazione di quanto si è determinato a causa del Covid-19, la data di scadenza per l’iscrizione al format è prorogata al prossimo 30 novembre. Tutte le info sono sul sito bimed.net.

0