Sim Card? Negli anni ci siamo resi conto che questa tessera da inserire nel telefono per permetterci di chiamare si è fatta sempre più piccola, anche a causa delle minori dimensioni dei device. L’evoluzione si è fatta costante e dalla Sim siamo passati alla Micro Sim per arrivare alla Nano Sim. Il futuro? La E-Sim, ovvero una Sim universale già impiantata nei circuiti del telefono che permetterà di essere programmata con l’operatore più conveniente.
Il 20 febbraio 2016 la E-Sim è stata presentata ufficialmente presso la GSMA Association. Fortemente voluta dai più grossi operatori telefonici quali Vodafone, AT&T, Orange e Telefonica, al più presto sarà già disponibile visto che il primo device che la monterà sarà il Samsung Gear S2, primo smartwatch ad essere connesso standalone senza la necessità di essere accoppiato ad un telefono.
Quella presentata presso la GSMA Association però non è la prima E-Sim integrata ad essere proposta sul mercato. Già Apple aveva fatto capolino con la sua Apple Sim negli Ipad, che garantiva la possibilità di accoppiare un operatore per le funzionalità dati 3g del device. Siamo davanti quindi all’ennesima rivoluzione che sicuramente avrà un forte impatto sulle soluzioni pratiche della futura telefonia.

1 Ti piace