Kuskoa Bi la prima sedia biodegradabile al 100%

Dopo buste, sacchetti per la spesa, imballaggi alternativi, recipienti, piatti e bicchieri ecologici arriva al Salone del Mobile 2015 la prima sedia biodegradabile al 100%. A presentarla l’azienda francese Alki che produce e commercializza arredamento sostenibile utilizzando materiali naturali, totalmente riciclabili e biodegradabili che attraverso appositi processi industriali, in fase di dismissione, non creano nessun danno all’ambiente. Progettata dal designer francese JeanLouis Iratzoki, la nuova seduta è il primo complemento d’arredo realizzato con basi vegetali: mais, barbabietole e canna da zucchero. Questi vegetali diventano dei polimeri naturali che, attraverso una serie di processi meccanici seguiti da un periodo di fermentazione, consentono di ottenere un materiale che può essere iniettato, estruso o termoformato in qualsiasi forma proprio come avviane con la plastica. A bassa impronta di carbonio, la sedia “Kuskoa Bi” così battezzata in quanto appartenente all’omonima linea di arredamento sostenibile proposta dall’azienda, offre il massimo comfort e garantisce un sostegno ottimale alla schiena. Ergonomica ed avvolgente poggia su una struttura in legno massello che abbraccia l’intelaiatura costituita da un unico pezzo che comprende schienale e braccioli, dai colori tenui e pastello, è disponibile anche in versione imbottita per raggiungere il top della comodità. Un oggetto elegante e totalmente ecosostenibile che apre una nuova frontiera nel campo del design.
Una soluzione originale che in un ottica di arredo casa catturerà l’attenzione di chi ama l’ambiente e cerca di rispettarlo quotidianamente.

0