Etilometro BaM. Fu un ex capitano di polizia, Robert Borkenstein l’inventore nel 1954 del primo etilometro capace di misurare il livello di alcool nel sangue cambiando radicalmente il modo di misurare l’alcolemia. Prima di allora, infatti, l’alcool in circolo nel nostro organismo veniva misurato esclusiamente attraverso il prelievo del sengue, un metodo questo molto più invasivo che effettuato dopo ore dall’assunzione di alcolici rendeva nullo l’esame perchè i valori mutavano.

A distanza di decenni questo strumento diventa un accessorio di design. Un semplice tubo nero di ceramica dallo stile minimalistae iper tecnologico, bello da vedere, che si adatta perfettamente al palmo della mano e lo si tiene in un pugno. Tutto questo è BAM (acronimo di Breath Alcool Monitor) il nuovissimo etilometro prodotto dall’azienda Lapka in grado di monitorare la quantità di alcool presente nel sangue.
Un dispositivo che consente di analizzare attravereso il respiro lo stato di ebrezza di ciascun individuo. Basta soffiarci dentro per collegare il dispositivo al telefono, attivare l’applicazione e avviare il processo di misurazione. Questo piccolo cilindretto è completamente sprovvisto di tasti perchè dotato di un sensore interno di pressione che attiva lo strumento. I dati rilevati vengono poi immediatamente analizzati ed inviati sul cellulare attraverso un’App scaricabile gratuitamente su l’App Store o Google Play, che mostra i risultati. Si calibra automaticamente e professionalmente tramite il server Lapka utilizzando l’ID del dispositivo ed è compatibile con i sistemi Android e IOS. Insomma un accessorio utile, affidabile e poco ingombrante sempre collegato al proprio telefono cellulare che funge da ausilio a chiunque abbia alzato un pò il gomito e prima di mettersi al volante vuole avere tutte le carte in regola per poter guidare in massima sicurezza.

0