Future cars: il nuovo modello di BMW i3. Gestire dispositivi, apparecchi ed elettrodomestici attraverso un telecomando o uno smartphone non è più una novità. La tecnologia di ultima generazione punta sul settore automobilistico. Se fino ad oggi, il monitoraggio della propria auto, attraverso l’utilizzo di dispositivi elettronici, ha riguardato esclusivamente apertura e chiusura delle portiere, accensione del motore e gestione dell’impianto climatico , il nuovo orizzonte della tecnologia automobilistica pone l’attenzione sullo sviluppo di un sistema di parcheggio a distanza, gestibile grazie ad un’applicazione per smartwatch.

L’idea arriva dall’azienda bavarese BMW, una delle case automobilistiche più all’avanguardia, che grazie alla creazione della particolare applicazione “Remote Valet Parking Assistant” attivabile via smartwatch, la vettura, in completa autonomia, sarà capace di trovare parcheggio e di effettuare tutte le manovre necessarie senza nessuno a bordo.

Un progetto davvero avveniristico pronto ad esplodere nel giro di cinque anni. Il nuovo modello di BMW i3 sarà munito di ben quattro dispositivi laser, completi di planimetria digitale dell’edificio, che consentiranno di scansionare l’ambiente circostante così da trovare il posto più adatto alla sosta evitando eventuali ostacoli. Una volta parcheggiato, il veicolo sarà in grado di chiudersi automaticamente e aspettare di essere richiamato dal conducente mediante un semplice tocco sull’orologio smart. Grazie a questo nuovo sistema di pilotaggio in remoto, il veicolo non appena captato il segnale di richiamo sarà capace di calcolare il tempo che il guidatore impiegherà ad arrivare e si avvierà in modo autonomo verso l’uscita del parcheggio così da raggiungere l’utente nel momento esatto in cui ne avrà bisogno.

0