“La cosa migliore di una fotografia è che non cambia mai, anche quando le persone in essa lo fanno” diceva Andy Warhol.
Ve la ricordate la vecchia macchina fotografia, la storica reflex? Dalla Nikon, alla Canon alla Leica, facevi fatica a tenerla sollevata, perché pesava e tanto. Scattavi la foto e quella era… Non si poteva vedere subito il risultato… Dovevi aspettare lo sviluppo del rullino e spesso non era soddisfacente.

Poi sono arrivati lo smartphone e le applicazioni fotografiche come Instagram… e addio reflex (o quasi). Nata nel 2010 l’app per il ritocco foto che gioca con i filtri, Instagram oggi conta più di 40 effetti con caratteristiche grafiche che ricordano lo storico formato cartaceo della Polaroid.

Inizialmente utilizzata dagli utenti per selfie, tramonti, cibo e animali vari, oggi l’app e la possibile condivisione istantanea dei suoi elaborati sugli altri social quali Pinterest, Facebook, Foursquare, Tumblr, Flickr, diviene vero e proprio strumento di marketing. Nel mare sconfinato di profili navigano infatti moltissimi professionisti del mondo dell’architettura, della moda e del design, della grafica e dell’illustrazione, che condividono quotidianamente a colpi di hashtag progetti, making of della fase produttiva e prodotti finali.

Gli architetti si adeguano ai tempi e lo fanno utilizzando Instagram per essere sempre aggiornati e scoprire in anteprima tutte le novità del settore direttamente dalla viva voce dei protagonisti. La pubblicazione sistematica di opere compiute, premi ricevuti, documenti dettagliati, singoli passaggi della progettazione, pubblicazioni e lanci di appuntamenti genera, attorno alle immagini pubblicate dagli “Archistar”, un vero e proprio interesse. Ma non solo… Importanti divengono anche ideatori e realizzatori di tali progetti.

Così il team di architetti di uno studio è presenza regolare nelle immagini pubblicate: che sia immortalato in ufficio, in pausa caffè, in viaggio… poco importa, trasmette comunque la creatività e l’importanza del lavoro di squadra. Per gli amanti dell’architettura, ecco quindi alcuni Team da seguire su Instagram: Richard Meier & Partners, Studio Libeskind, MAD Architects, Zaha Hadid Architects.

Se ci spostiamo nel settore dell’Interior Design, colossi come Casa Vogue e Elle Decor, Living Corriere e differenti blog, fanno di Instagram uno strumento di promozione accoppiandolo a Pinterest che, al contrario del primo, può archiviare e categorizzare le immagini.

A portata di mano possiamo avere centinaia di idee e soluzioni diverse, dall’arredamento in stile shabby chic a quello contemporaneo, dall’industrial design al minimal ecc. Sono moltissime le piattaforme on line dedicate ai professionisti del settore che permettono lo scambio di informazioni, la possibilità di promuovere i propri progetti, tessere relazioni e far crescere la propria attività. Tra queste Archilovers, Divisare, Homify e Houzz dove, vi è anche la possibilità di creare “ideabook” contenitori di immagini targettizzate per categorie e condivise da utenti, professionisti e non.

Un mondo virtuale fatto di ispirazioni e condivisione.

4