Uno sciame di creatività ha invaso Marina di Ragusa. Torna, per la 6ª edizione, #met2b, l’Urban Art MEeTing 2017. Manifesto di comunicazione dell’arte nelle sue molteplici accezioni, contenitore di messaggi e di immagini, vuole essere un’opportunità di espressione per artisti e creativi, emergenti e non.

Un’arte a disposizione di tutti, che si innesta e svela all’interno di un centro urbano. Palco di questa iniziativa è la facciata del Met, che ogni estate offre il suo prospetto frontale all’arte. Quest’anno il soggetto è un’arnia gigante composta da 82 celle, di cui 51 (5+1 = 6 a richiamare la loro forma esagonale) saranno a disposizione degli artisti per essere rielaborate il giorno dell’estemporanea d’arte in programma a metà estate. La fondamentale importanza delle api per l’ecosistema ha ispirato gli architetti Elisa Muccio e Danilo Dimartino, direttori artistici del progetto che dichiarano:

Quando sentiamo un’ape ronzarci intorno ricordiamoci che la maggior parte del cibo che mangiamo dipende dall’opera delle api. Se questi preziosi insetti sparissero, le conseguenze sulla produzione alimentare sarebbero devastanti. Chi impollinerebbe le coltivazioni? Senza l’impollinazione effettuata delle api, avremmo una produzione di cibo nettamente inferiore oppure un terzo delle colture dovrebbe essere impollinato con altri mezzi con un’incredibile spesa globale. […] Allora anche ogni piccolo passo in avanti per trasformare l’attuale modus vivendi in uno più ecologico e sostenibile, darà benefici non solo alle api, ma anche all’ambiente e alla nostra sicurezza alimentare”.

Ma non solo: le api sono il simbolo dell’operosità umana e della capacità di fare “rete” per raggiungere un obiettivo. A questi insetti dunque dovranno ispirarsi i creativi che quest’anno decideranno di partecipare al concorso, ribattezzato per l’occasione #met2BEE (bee è ape in inglese). Ma quest’anno c’è anche una novità. Tra le celle si insinua un giardino verticale in divenire, un “corridoio ecologico” per garantire la biodiversità. Questa commistione è il frutto della collaborazione con MAO Studio, gruppo di giovani ricercatori della provincia di Siracusa, vincitore lo scorso anno del premio speciale della giuria con il loro “Fitocatino” e che quest’anno ha avuto la possibilità di sperimentare una nuova proposta di giardino che potesse richiamare le preziose api all’interno di un contesto fortemente urbanizzato, un giardino composto per lo più da specie della macchia mediterranea che necessitano di pochissima acqua per sopravvivere.

1 Ti piace