Motori veloci e affidabili, confort, tecnologia, consumi ed eco-compatibilità. Occhio! Per scegliere una vettura, oggi, si seguono numerosi parametri. Oltre i classici modelli a benzina e diesel infatti troviamo le ibride, le elettriche, il gpl e il metano.

Electric Car
Per la prima volta nella sua storia, Ford avvia la produzione di auto elettriche in Europa. La nuova Ford Focus Electric vedrà i natali a Saarlouis, in Germania. Sviluppata nell’ambito della strategia globale “One Ford”, la Focus Electric garantisce zero emissioni con un motore elettrico da 145 CV alimentato da batterie agli ioni di litio, in grado di rag-giungere la velocità massima di 135 km/h. Nata in Nord America dove viene prodotta dal 2011, la Focus Electric è dotata di un sistema di ricarica integrato da 6,6 kw, che garantisce 162 km di autonomia con una ricarica di 3-4 ore. Presenta inoltre la nuova interfaccia digitale Smart Gauge, che calcola l’autonomia in tempo reale in base all’energia disponibile, alla regolarità dello stile di guida e all’utilizzo degli accessori di bordo. La produzione europea raggiungerà il mercato a luglio 2014. Nissan presenta Land Glider, letteralmente un “aliante terrestre”. Una compatta a 4 ruote total electric perfettamente in linea con le esigenze della urbana. Un veicolo alternativo un po’ auto un po’ moto, dalla struttura a bozzolo con una configurazione interna biposto in tandem e inclinazione di 17 gradi in curva. Lo sterzo “drive by wire” e una serie di sensori controllano costantemente la velocità e la stabilità del veicolo, impartendo al computer centrale il comando per l’inclinazione più opportuna. La spinta propulsiva viene da due motori elettrici posteriori a batterie al litio ospitate sotto il pianale. Una funzione particolarmente interessante e assai futuribile è quella della ricarica senza contatti che consente di dare energia alle batterie senza utilizzare cavi elettrici ma con una semplice vicinanza ad apposite colonnine wireless. Tesla propone Model X, un auto che sfugge a ogni categoria. Un centro di gravità più basso rispetto a qualsiasi altro SUV, permette una risposta agilissima a ogni curva. Le portiere con apertura verso il cielo, il design interno e gli accessori la rendono elegante e dinamica. Il gruppo motopropulsore elettrico offre una coppia istantanea, agevolando il cambio di corsia, anche con sette adulti e pieno carico. Model X viene offerta, anche, con un doppio motore a trazione integrale. Il secondo motore dà prestazioni al di là delle consuete capacità: aumenta, infatti, la coppia del 50%. Se equipaggiata con la trazione integrale, Model X rag-giunge un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi. Non consuma una sola goccia di carburante. Un’incredibile autonomia di guida, con l’alimentazione a batteria da 60 o 85 kw/h. Presentato il prototipo il 9 febbraio 2012, le consegne cominceranno alla fine del 2014. Se il principale problema delle auto elettriche è la ricarica, Volvo propone ricarica per induzione, attraverso un campo elettromagnetico. In pratica, si tratta di un sistema “cordless” che permette di trasferire energia semplicemente posizionando il veicolo sopra una stazione di ricarica senza l’uso di cavi. La sperimentazione, parzialmente attuata con fondi governativi, si è svolta in Belgio ad opera di un consorzio di aziende tra cui Bombardier Transportation e Van Hool. È stata sottoposta ai test la Volvo C30 da 120 CV, che può essere ricaricata senza cavo in circa 2 ore e mezza. Se il futuro sarà elettrico, è molto probabile che la ricarica dei veicoli avverrà in questo modo. Uno degli aspetti più importanti della sperimentazione riguarda il funzio-namento dei tre sistemi di climatizzazione, dedicati rispettivamente alla temperatura dell’abitacolo, delle batterie e dell’impianto elettrico. Per non intaccare l’autonomia garantita dalla batteria la Volvo C30 Electric è dotata di uno speciale sistema di riscaldamento con bruciatore alimentato a bioetanolo, contenuto in un apposito serbatoio da 14,5 litri. In modalità standard e durante i viaggi più lunghi il bruciatore provvede a riscaldare l’abitacolo, mentre nei tra-gitti brevi e, a discrezione del guidatore, interviene il riscaldatore elettrico. Anche la Kia si lancia nel mercato delle auto elettriche a partire dall’evoluzione di un suo modello di successo. La base è quello della Soul, il risultato è la Kia Soul EV. Dall’esterno può sembrare simile alla precedente, ma la sua anima è un motore da 81,4 kw con 111 CV e 285 Nm di coppia, per una velocità massima di 145 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 in 12 secondi. La batteria ai polimeri e ioni di litio garantisce un’autonomia di 200 km e si ricarica in 5 ore. Eco anche nell’equipaggiamento presenta luci LED, un design aerodinamico che riduce l’attrito con l’aria e finiture con materiali riciclati. Persino le vernici sono non inqui-nanti. Il progetto della casa coreana è di lanciare l’auto sul mercato, accompagnata dal programma “Clean Mobility”, che prevede l’installazione di colonnine di ricarica veloce, da 25 minuti, nelle città dove l’auto sarà venduta. Si tratta ancora di un prototipo, dovremo attendere il prossimo anno per il suo esordio. Incollata alla strada, grazie al baricentro basso, con 230 kg di batterie agli ioni di litio e una coppia di 210 Nm, si rivela scattante e agilissima, fin dai primi metri. Parliamo della nuova Volkswagen e-up. Va benissimo a tutte le andature e con una velo-cità massima di 130 km/h è perfetta anche in autostrada. Facile da guidare, grazie al cambio automatico, ha un’autonomia di 160 km, e per sfruttarla al meglio ci sono alcuni accorgimenti. Due i profili proposti dalla casa: Eco ed Eco+, che permettono di allungare le percorrenze sensibilmente. Il primo, ad esempio, riduce la potenza massima da 60 a 50 CV, ma anche l’assorbimento del climatizzatore. Con un consumo di 11,7 kw/h percorre 100 km.

Hybrid Car
Range Rover diventa Hybrid e presenta la Eco British e la Sport. Una massa alleggerita di circa 400 kg aggiunge un motore elettrico. Il Powertrain misto abbina il classico propulsore diesel V6 da 3 litri e 296 CV a un’unità elettrica che garantisce altre 44 CV e 700 Nm di coppia. Questo nuovo modello di Range Rover stupisce per le impressionanti performance con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 6,9 secondi, 218 km/h di velocità massima e consumi contenuti entro i 6,4 l/100 km. L’uscita è prevista nei primi mesi del 2014 e nel 2015 la produzione sarà implementata con un nuovo mo-dello a sette posti: la Sport Hybrid SDV6 pure. Un nuovo concetto di sportiva per BMW. Efficiente, grazie alla struttura leggera in carbonio e ad un design aerodinamico. Sostenibile, grazie alla tecnologia e-Drive o agli interni in materiale riciclabile. Figlia della compatta i3 la BMW i8 monta una carrozzeria a strati che contiene il Cx entro il valore di 0,26. È una 2+2 con motore centrale su un telaio in CFRP, un materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio, per un peso complessivo inferiore ai 1.490 kg. Il propulsore termico bi-turbo ha 3 cilindri con una potenza massima di 231 CV e una coppia di 320 Nm. L’elettromotore, collegato alle ruote anteriori, eroga 131 CV e una coppia di 250 Nm. Il pacco batterie fornisce 5 kw/h. Consumi ed emissioni sono da citycar. L’autonomia in modalità elettrica è di 35 km. Una combinazione tra piacere di guidare e responsabilità. Nuovo standard del lusso per Cadillac che monta la tecnologia E-REV: trazione elettrica con motore termico che ricarica le batterie, della General Motors nel lancio della ERL. Una straordinaria auto coupé 2+2 che vanta un design compatto e audace dalle linee futuristiche, in uscita per l’Europa nel 2014. Basata sulla Cadillac Converj Concept, questa sportiva elegante è una vettura altamente tecnologica ideale per l’uso quotidiano. Il sistema di propulsione combina l’accelerazione tipica della guida elettrica con la performance su lungo raggio di un motore a combustione. Ha una potenza massima di 209 CV e una coppia di 400 Nm per un’autonomia complessiva di 480 km, con i primi 56 a emissione 0. La ricarica completa avviene in 4 ore e mezza. Il marchio dei quattro anelli presenta Audi A3 e-tron. Un’ibrida a tutti gli effetti che accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e raggiunge la velocità massima di 222 km/h. Il motore a combustione è una versione modificata del 1.4 TFSI da 150 CV (110 kw). Una frizione collega il TFSI ad un motore elettrico con 75 kw di potenza. Il motore elettrico discoidale è integrato all’interno del nuovo cambio e-S tronic a sei marce, che trasferisce la potenza alle ruote anteriori. I due propulsori si completano a vicenda: il motore elettrico eroga la sua coppia massima a circa 2000 giri, mentre la massima potenza del TFSI è disponibile tra i 1.750 e i 4.000 giri. Audi A3 e-tron può essere alimentata dal solo motore a combustione, dal solo motore elettrico o in modalità ibrida. Anche in modalità elettrica offre una potente accelerazione che sfiora i 130 km/h, senza la necessità di coinvolgere il TFSI. Mercedes classe S è un’auto abituata ai primati, a partire da quello del primo ABS nel 1979, continuando con il primo modello ibrido di produzione con batteria agli ioni di litio, la S400 Hybrid. Oggi la casa scende in campo con la nuova S 500 Plug in Hybryd. In questo modello il motore elettrico da 109 CV e 340 Nm di coppia è alimentato da una batteria ricaricabile con la quale è possibile percorrere 30 km senza usare una goccia di benzina. Accompagnato dal nuovo V6 turbo da 3 litri di cilindrata, che eroga 333 CV e 480 Nm, questa berlina accelera da 0 a 100 in soli 5,5 secondi, per una velocità massima autolimitata di 150 km/h tramite un pulsante sulla console è possibile scegliere fra quattro modalità di funzionamento: la Hybrid, che lascia il sistema alla gestione dell’auto, la E-Mode che inserisce la marcia solo elettrica, la E-Save che salvaguardia la batteria quando è in piena carica per utilizzarla in un momento successivo e la Charge, che ricarica la batteria durante la marcia. L’Hintelligent Hybrid utilizza i dati di navigazione del Command on line per gestire il flusso di carica della batterie e permette di valutare l’andamento del percorso che si sta facendo (salite, discese, curve e via dicendo) per i successivi 8 km. L’obiettivo è utilizzare l’energia della batteria prima di una discesa, per poi ricaricarla durante la discesa. Il lancio è previsto nel primo trimestre del 2014.

Bi-fuel Car
Sebbene sia priva di un modello a propulsione elettrica, Fiat vince il premio di “Auto più ecologica del 2013”, asse-gnato dalla rivista tedesca Schweizer Illustrierte, con la nuova Fiat Panda Natural Power. La citycar ha conquistato i favori degli esperti grazie al suo propulsore, il compatto bicilindrico di 900 cc TwinAir Turbo che eroga una potenza massima di 80 CV. Il propulsore bifuel della Fiat Panda Natural Power assicura prestazioni adeguate con consumi contenuti, pari a 3,1 kg ogni 100 km nel ciclo misto, ed emissioni di CO2 di 86 g/ km. A queste doti, associa la maneggevolezza dovuta alle dimensioni compatte e alla buona autonomia garantita dai due serbatoi del metano. La nuova versione gpl di Opel Adam offre una doppia alimentazione che brilla per qualità nella realizzazione. Curata dall’italiana Landi Renzo, ma prodotta nello stabilimento di Eisenach, presenta un serbatoio gpl inserito nello spazio che negli altri modelli è occupato dal portabici integrato. Molto affidabile il motore 1.4 tech, che utilizza un materiale specifico per le valvole e le loro sedi. L’allestimento interno prevede inoltre un indicatore digitale dell’autonomia residua in grado di autoadattarsi al carburante in uso. In marcia, il passaggio da un’alimentazione all’altra è impercettibile e le prestazioni scendono di pochissimo (5 Nm di coppia e 0,3 secondi sullo 0/100). Adam in modalità gpl consuma solo 6,9 l per 100 km con emissioni di CO2 pari a 112 g/km. Utilizzando entrambi i motori i serbatoi raggiungono un’autonomia di 1.200 km.
La gamma della Volkswagen Golf 7 si arricchirà in futuro della variante Plus, ovvero una versione che, pur mantenendo proporzioni e fattezze vicine a quelle della berlina, strizza l’occhio alle monovolume, presentandosi con carrozzeria rialzata e una maggiore attenzione allo spazio interno.
La Plus sarà offerta anche nella variante alimentata a metano. Così come le sue sorelle a propulsione, dovrebbe presentarsi con numerose novità stilistiche. Le prime ipotesi danno per possibile l’impiego del propulsore bi-fuel 1.4 TSI già apprezzato sull’attuale Golf Bluemotion, la cui potenza potrebbe arrivare a circa 150 CV. Il debutto di questa nuova variante della gamma Golf è previsto per il 2014. A soli 5 anni dal lancio, ancora un’evoluzione per Alfa Romeo che propone il nuovo modello Mito. Stessa architettura, piattaforma e powertrain restano condivisi con casa Fiat. Cambia la calandra, ora cromata che mette in risalto lo scudetto e le cornici dei fari posteriori ora bruniti. Internamente il nuovo sistema infotainment u-connect con display touchscreen da 5 pollici. Per la versione 1.4 T-Jet con 120 CV a 5000 giri e 206 Nm di coppia massima a 1750 giri, accelera da 0/100 in 8,8 secondi con una velocità massima di 198 km/h. I consumi, nel ciclo misto, si attestano sui 6,1 l/ 100 km a benzina e 8,1 l/100km a gpl con emissioni di CO2 rispettivamente di 145 e 131 g/km. Anche Lancia presenta un modello a metano. La Ypsilon Ecochic entra ufficialmente nel mercato italiano, portando con sé le doti del piccolo ma potente 900 cc TwinAir e la convenienza di poter viaggiare a gas naturale. L’uscita è fissata per il 19 e 20 gennaio prossimi. La vettura assicura consumi nell’ordine dei 3,1 kg ogni 100 km, considerando il ciclo combinato, e emissioni di CO2 di 86 g/km. A sorprendere sono i costi di gestione: la Ypsilon a metano richiede 12 euro per un pieno. L’autonomia complessiva, sommando anche l’apporto del serbatoio da 40 litri della benzina, arriva a superare i 1.300 km. Il piccolo bicilindrico 0.9 TwinAir Turbo in versione bi-fuel garantisce una potenza di 80 CV.

0