Lasciato alle spalle l’inverno è giunto il momento di pensare a sole, mare, vacanze e relax. L’atteso viaggio elaborato, sognato e pianificato durante i mesi più bui dell’anno sta per realizzarsi. Tanti i progetti e le mete prese in considerazione per arrivare preparati e decisi sul viaggio da affrontare durante le ferie. Inizio o fine estate, a cavallo di ferragosto o all’apertura della stagione estiva? Scelto il periodo, la destinazione e i compagni di viaggio non resta altro da fare che tirar fuori dall’armadio valigie e bagagli e dopo essersi assicurati di avere tutto l’occorrente per partire, buona abitudine è quella di dare un’occhiata ai documenti. Verificare la scadenza e l’integrità è infatti un passaggio molto importante per non incorrere in problemi e perdite di tempo inutili che potrebbero addirittura compromettere la vostra vacanza. Oltre alla carta d’identità, indispensabile per chi viaggia all’interno dell’Unione Europea, nel caso si decida di varcare i confini europei, diventa fondamentale possedere il passaporto.

Un potente documento, sia di viaggio che di riconoscimento, che permette a chi lo possiede di attraversare le frontiere. Il passaporto, rilasciato e rinnovato in Italia dalle Questure e all’estero dalle Rappresentanze diplomatico-consolari, è valido per tutti i governi riconosciuti da quello italiano e può essere ottenuto da tutti i cittadini della Repubblica. Rossi, neri, verdi o blu ogni nazione possiede il suo ed ognuno ha delle caratteristiche distintive, anche se accomunati da un formato perlo più simile. A renderli differenti l’uno dall’altro non è solo il colore ma le opportunità di viaggio e la libera circolazione che offrono ai propri possessori. Sono proprio queste le caratteristiche che danno potere al documento. È evidente infatti che più alto è il numero dei Paesi che si possono raggiungere, più “potente” è il passaporto che si ha in mano.

 Ad offrire una panoramica chiara ed esaustiva delle nazioni e dei passaporti presenti in tutto il mondo, la piattaforma Passaport Index. Un sito studiato e creato dalla società Arton con lo scopo di dare a chiunque lo voglia la possibilità di conoscere le caratteristiche distintive e le possibilità di spostamento che questo documento offre ai suoi possessori. All’interno della piattaforma i passaporti sono raggruppati ed ordinati a seconda di diverse caratteristiche offrendo ai visitatori la possibilità di scegliere la classificazione in base alla nazione, alla posizione, al colore o proprio in base a quello che definiamo “potere”. Grazie alla funzione “Passaport Power Rank” infatti il sito è in grado di generare una classifica ordinata dei passaporti basandosi sul numero di stati esteri che è possibile visitare senza richiedere ulteriori documenti quali visti, professionali o turistici.

A dominare la classifica gli Stati Uniti e il Regno Unito che si piazzano sul gradino più alto del podio. Il passaporto di entrambi i Paesi infatti dà accesso a ben 147 Stati. Francia, Corea del Sud e Germania sono secondi con accesso a 145 paesi, seguiti da Italia e Svezia che si piazzanno al terzo posto. A fondo classifica compaiono i territori palestinesi, l’arcipelago africano di São Tomé e Príncipe, il Sudan del Sud, Myanmar e Isole Salomone: per loro gli stati visitabili scendono a 28, nemmeno un quinto rispetto ai primi.

 

0