Rendere visibile ciò che il corpo con il solo movimento non può mostrare, immortalare passi, gesti e movenze su una superficie destinata a diventare la tela di un’opera d’arte: tutto questo è Heather Hansen.

Un’artista che definire unica significa descriverla appieno. Miscelando le sue due passioni: l’arte e la danza è in grado di creare delle opere straordinarie. Dopo aver studiato design a Washington e danza in Giappone, Heather Hansen inizia la sua carriera mettendo in mostra il suo talento come ballerina. Spettacoli ed esibizioni mostrano le sue doti ma questo non porta l’artista a fermarsi.

L’amore per l’arte e la pittura la spinge a sperimentare qualcosa di nuovo. Durante un pomeriggio come tanti sulla spiaggia, osservando i segni lasciati sulla sabbia, mentre gioca con il figlio, arriva il colpo di genio!

Un’idea, un pensiero, un concetto che ben presto si trasformano in realtà. Partendo proprio da questa intuizione decide di provare a fondere le sue passioni in un’unica forma d’arte. È proprio da questo che nasce il progetto battezzato “Emptied Gestures” un modo per svuotare della loro intensità emotiva i gesti cinetici del corpo trasferendoli su carta.

Un modo nuovo di esprimere ma soprattutto imprimere il linguaggio del corpo. Heather impugnando saldamente in ogni mano due pezzi di carboncino riesce a trasformare le sue coreografie di danza in opere d’arte di straordinaria bellezza. Tutto inizia con un’ambigua posizione dell’artista su un foglio di carta bianco, parte la musica ed un insieme di curve simili ad un pasticcio, passo dopo passo si trasformano in un disegno minimale di eccezionale eleganza.

Quadri a grandezza naturale costituiti da segni simmetrici. Niente oli, pennarelli o pastelli ma solo ed esclusivamente carboncino nero. Elemento naturale che con la sua tonalità ricca e mai monotona impregna il foglio di un colore vivo che si riempie di sfumature quando si allarga sulla tela. Una scala di grigi completa che nasce dai movimenti spalmati su quel pezzo di carta che diventa il palcoscenico dell’artista. Arte, mente e corpo diventano una cosa sola.

Un’esperienza così intima e intensa che lascia il segno in tutti i sensi, soprattutto per chi diventa spettatore. Un modo straordinario di trascrive il movimento rendendo tangibile e immortale ciò che la danza sola non è in grado di fare.

5