Sei un appassionato di computer e di tecnologia vintage?

Se si, non puoi non ricordare Atari 2600. Un modello di PC, al pari di Commodore, Sega e Nintendo, che non ha certo bisogno di presentazione, essendo entrato nell’immaginario collettivo di un’intera generazione nata negli anni ‘70.

Oggi la società fondata da Nolan Bushnell e Ted Dabney nel lontano 1972, torna a far parlare di sé, al presente. Atari VCS lancia sul mercato la sua nuova console, la quale contiene al suo interno ben 100 videogiochi.

Questo prestigioso remake della console, che era stata rilasciata per la prima volta nel 1977, è un operazione indubbiamente vintage, che si ricollega alla tendenza del retrogaming, sopratutto oggi, in un mercato dove ormai sono Sony e Microsoft a dettare la linea.

Ma Atari VCS non è esattamente una console retrò infatti, il nuovo hardware è costituito da un’APU Ryzen R1606G Raven 2 in grado di gestire flussi video 4K, e non mancano una USB 3.0 accompagnata da un’uscita HDMI e il supporto alle connettività WiFi, Ethernet e Bluetooth.
Non ci resta che iniziare a giocare.

0