Conosci l’Upcycling? Con questo termine si intende l’utilizzo di materiali di scarto, destinati ad essere gettati, per creare nuovi oggetti.
No, non è riciclo. Quest’ultimo spesso richiede grosse quantità di energia e non tutti i materiali possono essere riciclati con un’alta efficienza. Nel caso dell’upcycling, si tratta di un riuso creativo con dispendio energetico nullo o molto basso.


Risale al 1963 la prima forma di upcycling, quando la Heineken crea il primo esempio di upcycling producendo le “Wobo”: bottiglie di birra che, una volta usate, possano servire come mattoni da costruzione. L’idea geniale purtroppo non ha successo. Solo dopo anni molte aziende importanti hanno abbracciato la filosofia dell’upcycling.

Un esempio è Ferrero ed Alessi, che insieme hanno dato vita qualche anno fa al Nutella Clock: un orologio Alessi che va ad incastrarsi perfettamente in uno dei contenitori più grandi di Nutella.

Ai giorni d’oggi invece ad aver successo è Gyuhan Lee, artista coreano. Lee utilizza le scatole per le scarpe Nike e le trasforma in complementi d’arredo di design. In un’intervista su Vogue l’artista racconta che ha dato vita al suo progetto durante il corso di design del mobile University of Art & Design, in Corea del Sud. “Prima di realizzare un mobile a grandezza naturale durante le lezioni, mi esercitavo a casa facendo una miniatura di cartone ondulato. Durante questo processo ho notato che il cartone ondulato si consumava facilmente e non era adatto, quindi cercando nella mia stanza un materiale sostitutivo ho visto in un angolo alcune scatole di scarpe Nike inutilizzate ed è stato allora che ho avuto l’idea. Da quel momento sono passato dalle miniature fatte per mero esercizio accademico a un vero e proprio progetto che è anche il mio attuale lavoro”. Gyuhan Lee ha presentato le sue opere in due mostre a Seoul e si prepara, collaborando con un gruppo di altri artisti coreani, per un’esposizione collettiva a Parigi.

0